Base Monte Venda

Le Forze Armate italiane avrebbero esposto per decenni personale militare e civile a elevate concentrazioni di Radon, mantenendo il silenzio sull’esistenza del rischio e non adottando adeguate tutele nelle installazioni militari di Monte Venda (provincia di Padova). In questo e altri luoghi di lavoro simili hanno prestato servizio per anni, in alcuni casi per l’intera carriera lavorativa, numerosi lavoratori dell’Amministrazione della Difesa colpiti in seguito da tumore polmonare.

E’ quello che emerge dalla “Relazione della Commissione Uranio” prodotta dalla quarta edizione della apposita Commissione che, a differenza delle precedenti, si è avvalsa di consulenti esterni con particolari competenze ispettive e investigative: magistrati, ufficiali di polizia giudiziaria e medici legali. La Commissione parlamentare d'inchiesta è stata creata per investigare sui casi di morte e di gravi malattie che hanno colpito il personale italiano impiegato all'estero, nei poligoni di tiro e nei siti in cui vengono stoccati munizionamenti, in relazione all'esposizione a particolari fattori chimici, tossici e radiologici dal possibile effetto patogeno, con particolare attenzione agli effetti dell'utilizzo di proiettili all'uranio impoverito e della dispersione nell'ambiente di nanoparticelle di minerali pesanti prodotte dalle esplosioni di materiale bellico e a eventuali interazioni.

Misura la concentrazione di Radon a casa tua!

Puoi effettuare da solo una prima misurazione

kit home
con il RADON TEST KIT  
contenente due Dosimetri CR39  
e comprensivo delle analisi
in laboratorio certificato.
Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie

propri e di terze parti, per il funzionamento e la raccolta di dati anonimi sulle visite. Proseguendo si accetta l'uso dei cookie. Per dettagli e rifiuto dei cookie clicca qui

Approvo
Non mostrare più