• 1
  • 1 Il Gas Radon è la seconda causa di tumore al polmone dopo il fumo di tabacco
  • 2 In Lombardia il 15% dei tumori polmonari è da attribuire al Radon indoor
  • 3 Non c'è zona che si possa dire indenne
  • 4 Purtroppo la percezione da parte della popolazione è ancora molto ridotta.
  • 5 Misurare la concentrazione di Radon è semplice e poco costoso
  • Il Gas Radon è la seconda causa di tumore al polmone dopo il fumo di tabacco. Rappresenta un fattore di rischio per la salute come smog, amianto e polveri sottili (fonte O.M.S.).
    Read More
  • In Lombardia il 15% dei tumori polmonari è da attribuire al Radon indoor: sono questi i dati diffusi dell'Istituto Superiore di Sanità ISS.
    Read More
  • Non c'è zona che si possa dire indenne. Se vivi (o lavori) in locali interrati come taverne o semplicemente a piano terra il rischio è più elevato.
    Read More
  • Purtroppo la percezione da parte della popolazione è ancora molto ridotta, inferiore ad esempio a quella verso inquinanti noti come il benzene, l’amianto o fattori di rischio solo ipotizzati come i campi elettromagnetici.
    Read More
  • Misurare la concentrazione di Radon è semplice e poco costoso: puoi farlo in autonomia a casa tua con il nostro Radon Test Kit
    Read More

Misura la concentrazione di Radon a casa tua!

Puoi effettuare da solo una prima misurazione

kit home
con il RADON TEST KIT  
contenente due Dosimetri CR39  
e comprensivo delle analisi
in laboratorio certificato.
Leggi tutto


E’ un dosimetro di tipo passivo, cioè non richiede alimentazione elettrica, consistente in un telaio plastico che racchiude un rivelatore di particelle alfa costituito da un materiale plastico noto come CR-39.
Le particelle alfa dovute al decadimento del Radon e dei suoi figli danneggiano la struttura del rivelatore creando delle “tracce”. Il numero delle tracce è proporzionale alla presenza di gas Radon

Applicazioni
Misure in abitazioni ed ambienti di lavoro.
I dosimetri a traccia sono utilizzati per tempi di misura lunghi (long term) da 2 a 12 mesi.

Campo di misura
Fino a 9000 Bq/mc per il periodo di esposizione raccomandato di 6 mesi.
Minimo livello rilevabile: 10 Bq/mc per un'esposizione di tre mesi.

Modalità d’uso
Il dosimetro viene fornito completo di istruzioni per l’uso e sigillato in una busta di materiale impermeabile al Radon che ne garantisce la conservazione fino al momento dell'esposizione.  La misura ha inizio aprendo la busta.
Per misure in ambienti di lavoro ai sensi del D.Lgs 241/00, ove si richiede la valutazione della concentrazione media annuale, si consigliano due misurazioni della durata di 6 mesi ciascuna.
Dopo la misura il dosimetro deve essere risigillato nella propria busta impermeabile e restituito per poter effettuare l’analisi presso il laboratorio certificato che rilascerà un certificato attestante il livello di concentrazione di gas Radon valevole nei termini di legge.

Questo sito utilizza cookie

propri e di terze parti, per il funzionamento e la raccolta di dati anonimi sulle visite. Proseguendo si accetta l'uso dei cookie. Per dettagli e rifiuto dei cookie clicca qui

Approvo
Non mostrare più